LA BOTTEGA DEL VERDE

Il Canapaio – Hemp & Grow Shop – Ravenna

   ago 07

ORTICOLE IN IDROPONICA

Questo esperimento parte in un mese dell’anno che qualunque intenditore di idroponica vi sconsiglierebbe,ovvero Luglio. In questo caldo mese le alte temperature non permettono all’acqua  di trasportare ossigeno , da qui ne consegue la formazione di alghe e funghi a livello radicale. La temperatura ideale  non deve essere oltre i 20°c  ma cercando di ossigenare al massimo l’acqua e col supporto di funghi positivi (come i “tricoderma” – in questo caso un prodotto di GHE-) e’ possibile un buon risultato.

Nonostante le avversità’ del caldo ecco come si presentano i nostri Pomodori Neri ad una settimana di vita:

L’impianto utilizzato e’ un sistema  aereoponico di GHE: le canalette bianche, dove crescono le piante, vengono riempite di soluzione nutritiva, grazie ad un sistema di irrigazione automatica; il funzionamento dell’irrigazione deve andare 24 ore su 24.

Tali canalette sono realizzate in plastica alimentare. Questo dato e’  importante perche’ le plastiche di PVC  in commercio rilasciano gas tossici, altamente sconsigliate per usi alimentari.

 

 

I semi germinati sono ottenuti da un pomodoro fatto maturare sulla pianta l’anno precedente; questi pomodori provengono da razze diverse coltivate in zone differenti per evitare il piu’ possibile l’ibridazione tra le varietà.

I germogli vengono trapiantati nell’impianto. Nella mia singolare esperienza, carico l’acqua circa 50lt, direttamente dall’acquedotto; dopo di che aggiusto l’acidita’ (ph ). Le dosi consigliate dal produttore (Canna ph -) non son mai corrette e ciò dipende dalla qualità dell’acqua utilizzata, fino ad ottenere una soluzione leggermente acida ( ph 5,8/6). Per questo test ho scelto un concime nuovo granulare “Powder Feeding”  di Green house seed, perché è un prodotto mono componente  e questo facilita il tutto (la paura del caldo e’ consigliera !!). La dose consigliata per le giovani piante e’ scritta sulla confezione ed è importante attenersi alle istruzioni; in piu’  aggiungo un cucchia ino di polvere di tricoderma.

Dopo una settimana dal trapianto le piantine hanno attecchito, le radici escono dai vasetti bianche e ricche di piccoli capillari; questo vuol dire che l’ossigenazione dell’acqua e’ ottimale anche se dalle mie misurazioni arrivo ad una temperatura superiore ai 30°, le previsioni danno alta pressione e il caldo di luglio sta aumentando.

Abbiamo gia’ tre palchi di foglie, il colore e’ un bel verde uniforme ma leggermente chiaro, posso aumentare la dose del concime e, usando le proporzioni da piante adulte, avrò una risposta esplosiva!

In questo caso non scarico l’acqua rimasta ma rabbocco con una dose di concime adatta alle piante adulte.

 

Passata un’ altra settimana, controllo sempre la zona radici, le piante hanno dato un’ ottima risposta vegetativa; non vedo nessun tipo di macchia sulle foglie, i tronchi son grossi e i palmi di foglie stanno crescendo uno sopra l’altro a distanza ravvicinata.

 

 

Il caldo sembra non dare troppi problemi e ora che le foglie coprono le canalette dell’impianto, la temperatura a livello radicale non e’ esagerata (34°c).

 

Quarta settimana di vita:

Ho applicato una rete di sostegno su tutto la superficie appoggiandola delicatamente sulle piante, saranno poi loro ad avvolgere la rete e far si che si sorreggano tra loro.

La crescita miracolosa dell’idrocoltura: le piante stanno esplodendo giorno dopo giorno, gli steli si allungano, le foglie grandi si ingigantiscono, la distanza ravvicinata tra le piante non fa sviluppare troppi rami laterali e si riconoscono i primi fiori.

Rabbocchi d’acqua periodici sono obbligatori soprattutto con questi caldi, ma mi voglio soffermare su questa riflessione:

sara’ soprattutto l’evaporazione a farmi calare il livello dell’acqua, questo per dire che i sali minerali tendono ad accumularsi, creando una sorta di muro sulle radici , che tende ad ostruire l’assimilazione. Rabbocco con acqua ph 5,8/6, aggiungo un cucchiaino di tricoderma e no concime.

 

 

 

 

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Both comments and pings are currently closed.